RIMANDATI A SETTEMBRE

L’anno scolastico è appena cominciato ma qualcuno può già considerarsi “rimandato”. Apprendiamo infatti con stupore quanto scritto dai nostri Amministratori sulla pagina FB del Comune a poche ore dal rientro a scuola: l’ennesima sviolinata su 108.000€ di fondi ottenuti per la riqualificazione energetica della scuola dell’infanzia. Ancora una volta però siamo a far presente che questa somma è frutto del lavoro su bandi e finanziamenti della precedente amministrazione. Come si evince dalle delibere in allegato (n. 16 del 01/02/2014, n. 101 del 07/11/2019), il progetto era già stato approvato nel 2014 nell’ambito del piano di edilizia scolastica ed è stato semplicemente rimodulato sulla base della stessa cifra. Alleghiamo anche la prima pagina del periodico comunale del 2014, ormai un reperto storico dato che non viene pubblicato da due anni.
È facile parlare di “cura del territorio” e di “promesse mantenute” sfruttando l’impegno altrui e, come se non bastasse, arrogandosi il merito dell’iniziativa. Ricordiamo come lo stesso copione è stato inscenato su risorse già richieste o conseguite per:
– l’installazione delle telecamere di videosorveglianza (9.164,06 €);
– la sostituzione dei giochi sempre presso la scuola dell’infanzia (8.000 €);
– lavori di manutenzione stradale (7.876,02 € + 25.000€).
Si ripete pertanto un’attitudine al contempo denigratoria e approfittatrice nei confronti di chi ha amministrato in precedenza, fino al punto di mentire spudoratamente. Si è persa l’ennesima occasione per ringraziare o per lo meno tacere. Siamo pronti a scommettere che avverrà lo stesso per la riqualificazione del campo della cosiddetta “Spianata” o per la realizzazione dell’enoteca comunale tramite il Gal Colli Esini, area di finanziamento in cui siamo riusciti a rientrare sempre durante l’amministrazione Cinti.
Siamo consapevoli che la partecipazione ai bandi statali e regionali sia fondamentale per la cura e la promozione del nostro territorio, ma lo stesso impegno profuso per sfruttare quelli già ottenuti potrebbe essere impiegato per cercarne di nuovi. Ad esempio, segnaliamo quello per lo sviluppo dei centri commerciali naturali, molto interessante per favorire le piccole imprese e per rivitalizzare l’attività economica (link sempre in allegato). Consigliamo ai nostri amministratori di prendere nota e mettersi in moto per lodarsi dei propri meriti e non di quelli altrui. Prima o poi si finisce sempre per inciampare nelle proprie bugie.