SUL CIMITERO.. E NON SOLO

Torniamo ancora una volta a parlarvi delle condizioni impietose nelle quali versa il cimitero comunale. Nonostante le innumerevoli segnalazioni dei concittadini all’ufficio tecnico le lamentele restano inascoltate. Non stiamo parlando di interventi da migliaia di euro, ma la manutenzione ordinaria che gli operai del comune sono stati sempre in grado di eseguire con i mezzi a disposizione. Strada di accesso completamente dissestata e percorsi interni invasi da erbacce. Magari è tutta una mossa turistica per sembrare di vivere ancora nella castrum murri medioevale.
Chiaramente se gli operai sono sempre impegnati a pulire il centro per mascherate e eventi che spaziano dalla caccia al tesoro alle visite guidate in notturna, non possono dedicarsi ad attività che riteniamo invece prioritarie.
Abbiamo voluto ancora una volta documentare con le immagini, che alleghiamo, alcune situazioni che in passato erano rare eccezioni, non una costante.
Tombini chiusi e allagati, erba alta nei marciapiedi, manutenzione delle strade inesistente.
Speriamo che le poche risorse non vengano ulteriormente destinate all’affitto di costumi per fare cene per pochi e volte esclusivamente ad arricchire i social network di selfie, perchè è bello vivere nelle ‘favole’, ma poi la realtà presenta sempre il conto…
Fra i costi che sostiene l’amministrazione per il personale balza all’occhio il compenso per il nuovo responsabile dell’ufficio tecnico. Si parl, oneri compresi, di circa € 70.000 annui (quando l’Unione spendeva circa € 65.000 annui per il Dott. Andrea Marcantoni per fare il responsabile finanziario di quattro enti: Unione più i singoli comuni). Cifre ben superiori a quello che si potrebbe permettere un piccolo ente come Morro d’Alba. Risulta fumoso capire quale sia la quota di rimborso da parte dell’unione dei comuni per le 6/8 ore (anche qui non si capisce bene) che dovrebbe svolgere per i comuni associati. Intanto il comune si sta svuotando del personale: a settembre altri 2 pensionamenti. Li rimpiazzeranno o dirotteranno le risorse per l’acquisto di altri gerani?
Chiudiamo con la situazione dei lavori in via del mare: finalmente completi. L’unica cosa che ricorderemo per anni è lo stralcio ad personam del marciapiede per tutelare 1 cittadino e 4 piante di ulivo.