Alberto Cinti

Il 10 giugno si andrà a votare per le elezioni amministrative anche a Morro d’Alba. Come già anticipato in consiglio comunale non mi ricandiderò alle prossime elezioni.

Manca poco al termine del mio mandato, un mandato che si è rivelato tortuoso ma bello. Durante questi 5 anni ho avuto il piacere e il privilegio di guidare il paese nel quale sono cresciuto cercando, per quanto possibile, di essere sempre disponibile e aperto al dialogo con la cittadinanza. Ogni istante di ogni giorno è stato dedicato al bene e all’interesse di tutti. 5 anni fa, appena trentenne, mi hanno proposto di ricoprire questo ruolo. Ricordo ancora l’emozione e la difficoltà della scelta. Il Sì, trascorsa qualche notte insonne, arrivò pochi giorni dopo.

Nonostante durante il mandato i “ma chi te lo fa fare” sono stati molti da amici e conoscenti, non c’è stato nemmeno un attimo di rimpianto o di ripensamento. Questo è stato possibile principalmente grazie al supporto della famiglia, prima fra tutti mia moglie Francesca,  e dei miei compagni di viaggio: Simone Spadoni, Miria Magni, Rita Ferro e Francesco Ciarimboli.

Vorrei ricordare l’assessore Magni che come per ogni problematica affrontata insieme in questi anni, ha affrontato il male che l’affliggeva con una dignità e una forza non comuni. Purtroppo non abbiamo potuto concludere insieme questo percorso. Il suo senso civico, la sua onestà e la sua simpatia hanno sicuramente lasciato il segno a Morro d’Alba.

Non meno importanti sono stati il supporto di amici e dei cittadini che hanno creduto in me e in questa amministrazione, pur non condividendone sempre le scelte. Chi ha voluto un confronto ha sempre saputo dove cercarlo e dove trovarmi, e chi volesse sfruttare questi ultimi giorni per parlarmi troverà comunque la porta aperta.

Un confronto costante e responsabile è stato mantenuto anche con la minoranza consiliare con la quale ho avuto il piacere di scontrarmi su certi temi, e condividere altri. Da ultimo un ringraziamento a tutti i dipendenti comunali coi quali ho avuto il piacere di collaborare.

Tutto il mio appoggio andrà alla lista Crescere Insieme. Vedo in Riccardo Medici la voglia di fare che deve contraddistinguere un candidato Sindaco. Vendo nei componenti della lista dei validissimi elementi a supporto di quella che auspico essere la lista vincente.

E’ chiaro che i contenuti della lista Crescere Insieme puntano a costruire, puntano ad un messaggio positivo. Nessun paese sospeso nel baratro ma solo volti e voci che parlano del nostro territorio con entusiasmo. E lo fanno a gran voce perché non fanno che continuare ad operare attivamente per il bene della comunità. La lista è il giusto mix fra nuovo ed esperienza. Sia per le fasce generazionali coperte, sia per le varie esperienze più o meno forti nell’attività amministrativa.

Auspico che la prossima campagna elettorale che riguarderà nel merito i miei e vostri compaesani non scenda ai livelli di quella referendaria dove abbiamo capito che per molti lo scopo finale giustifica tutti i mezzi utilizzati per raggiungerlo: compresi le bugie, la diffamazione, le offese.